Messaggio
 

Anatra

0165La razza Polesana bianca aveva come area di diffusione gran parte del Veneto meridionale e del Polesine. Le caratteristiche climatiche e l'abbondanza d'acqua furono in grado di stimolare un serio interesse sull'allevamento dell'anatra, che si prestava bene a sfruttare le risorse foraggiere delle zone umide presenti in grande quantità. Tale abbondanza di risorse stimolò la formazione di una razza dalla taglia imponente : 3,5 kg nel maschio con una lunghezza media di 75-80 cm e 3,2 kg nella femmina con una lunghezza di 65-70 cm, paragonabile solo alla taglia delle grandi razze di anatre inglesi e francesi (Aylesbury, Rouen).
In entrambi i sessi si riconosceva una sola varietà di colore, ossia la bianca a lievissimi riflessi giallo-citrino; il becco era di colore giallo-arancio con unghia terminale bianco-avorio, testa piuttosto grande e rotondeggiante con guance evidenti, iride dell'occhio di colore grigio acciaio e zampe rosso-aranciate con unghie biancastre. La sagoma era piuttosto tozza con ventre sviluppato, collo corto tenuto un po' incassato tra le spalle. La deposizione di uova si aggirava tra le 60 e 80 annue ed il peso medio era intorno ai 77 g. (Vecchi A.,1929;Cortese M., 1978; Arduin M., 1991). L'introduzione in Italia della razza Pechino dotata di maggior precocità, maggior deposizione e soprattutto di carcasse meno grasse fu all'origine dell'abbandono dell'allevamento della Polesana.
(Tratto da www.ilpollaiodelre.com)
fondino_lattemiele
Tot. visite contenuti : 925140
PER ORDINI E SUPPORTO

servizio clienti

Login al sito

Iscriviti gratuitamente alla nostra NewsLetter per ricevere info importanti e tante squisite ricette di Angelo.
| + - | RTL - LTR