Messaggio
 

Oca

0176Si tratta di una razza molto antica (Mazzon I., 1932; Vecchi A., 1944; Toschi A. 1971), da sempre diffusa nelle campagne padovane ed attualmente in notevole regresso. Sembra che uno sparuto gruppo di questa razza sia allevato in purezza presso l'Istituto agrario San Benedetto da Norcia di Padova. Gli animali di razza G. Padovana erano assai rinomati per le grandi dimensioni raggiunte, arrivando a dire di alcuni autori agli 8-10 kg nel maschio, 6-8 kg nella femmina se ben ingrassati. L'attuale oca padovana è notevolmente più leggera, raggiungendo un peso di 6-7 kg dopo circa 16-18 settimane di allevamento, con un consumo medio di 5 kg di alimento per kg di peso vivo (Arduin M., 1998). La livrea dell'oca Grigia Padovana ricorda in ogni sua parte quella dell'oca selvatica; è quindi perlopiù grigio-brunastra nella zona dorsale, da bianco a crema nel ventre e nel petto; becco e tarsi giallo arancio, a volte i tarsi possono essere rosei. Nella regione ventrale è presente un doppio fanone che, ad ingrasso ultimato, quasi sfiora il terreno. L'oca Grigia Padovana è assai simile ad una pregevole razza francese (Tolosa tipo agricolo) e come tale andrebbe adeguatamente tutelata anche mediante la promozione dei prodotti da essa derivati, quali la tradizionale "oca in onto veneta".
(Tratto da www.ilpollaiodelre.com)
fondino_lattemiele
Tot. visite contenuti : 945730
PER ORDINI E SUPPORTO

servizio clienti

Login al sito

Iscriviti gratuitamente alla nostra NewsLetter per ricevere info importanti e tante squisite ricette di Angelo.
| + - | RTL - LTR